Usura: sono le donne in maggioranza a rivolgersi agli strozzini

L’usura ha un nuovo aspetto e volto, sono infatti le donne e con una famiglia a carico le vittime maggiori di questo fenomeno, lo si evince dai dati resi noti dall’associazione Codici (Centro per i diritti del cittadino) che ha in gestione un Numero Verde Anti-usura, durante una conferenza stampa; tale numero verde opera da 15 anni il fenomeno dell’usura nel territorio romano, da dove pervengono il 95% delle telefonate e provincia.

Nell’anno scorso, il 66% delle telefonate sono state effettuate dal gentil sesso a fronte del 53% del 2012. “Il motivo è semplice”, afferma il Segretario di Codici Ivano Giacomelli, “sono le donne che spesso tengono il timone della famiglia e, per far fronte a spese improvvise ed urgenti, trovano come soluzione quella di rivolgersi agli usurai per avere dei prestiti immediati che gli istituti di credito e le banche non possono dare”.

Un’altra osservazione da fare è l’innalzamento medio della fascia d’età di chi chiede aiuto al Numero Verde, l’anno scorso anno erano infatti persone tra i 26 e i 45 anni a telefonare per chiedere aiuto, attualmente sono chi ha tra i 46 e 65 anni a dover chiedere aiuto ed assistenza, nella rete usuraia cadono sempre di più anche impiegati e professionisti, la crisi economica infatti non aiuta e ben il 57% appartiene a queste due categorie.

Alessandra Coppola, la responsabile del dipartimento progettazione e organizzazione Codici afferma: “Persone come questa signora ha contattato il numero verde anti-usura soprattutto per informazioni, ma anche per problemi di sovraindebitamento, ha conosciuto il servizio tramite passaparola, da un conoscente”.

Nonostante l’attività e l’impegno che Codici ha offerto ai cittadini in tutti questi anni, il 2013 sarà probabilmente l’ultimo in cui ci sarà qualcuno a rispondere alle chiamate al numero verde; tale progetto, infatti, sostenuto dalla Provincia di Roma, verrà infatti abbandonato a causa della futura soppressione dell’ente; questo non vuol dire, per fortuna, che l’Associazione smetterà di esistere e lottare al fianco degli onesti cittadini, afferma infatti   il Segretario Giacomelli: “Lungi dall’abbandonare la lotta all’usura il Codici continuerà il suo servizio sotto altre forme, come ad esempio l’istituzione di una sorta di call center, cercando di mantenere alta la fiducia dei cittadini nei suoi confronti”.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *