Prestito su Pegno

Come funziona il prestito su pegno? Per ottenere delle piccole somme di denaro in breve tempo è possibile ricorrere all’Istituto del Monte dei pegni, è una via comoda e veloce, non ci sono infatti procedure d’istruttoria (eccetto quella riguardante le norme antiriciclaggio) né di verifica del reddito o indagini patrimoniali sul richiedente, tuttavia questa pratica non è molto redditizia; il valore massimo che si può sperare di ottenere è appena un quinto del valore di mercato degli oggetti depositati.

Il valore del prestito può partire da un minimo di 100 euro fino ad un massimo di 30 mila (dipende dall’esito della perizia sull’oggetto) e si può portare davvero un pò di tutto: gioielli, oro, argento, diamanti, pietre preziose ed orologi importanti, l’importante com’è ovvio è che l’oggetto abbia del valore (anche tappeti e quadri); una volta trascorso il periodo del prestito (che di solito è di un anno), se la somma erogata non viene restituita, il pegno viene venduto all’asta.

Una volta finiti gli strumenti di finanziamento tradizionali, al piccolo risparmiatore non resta altro che cedere ai tanti negozi di  “Compro oro” che sono cresciuti a dismisura nelle città italiane.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *