Condividi questo post!

Google1

Prestiti Personali: Come Scegliere e Ottenere il Miglior Prestito

Prestiti Personali: prima di scegliere un prestito è bene capire di che cosa si tratta e di quali cose è bene tenere conto quando si scegli l’ente erogatore di tali prestiti personali.

Cos’è un prestito personale?

Un prestito personale è una somma di denaro che si può richiedere a qualunque istituto di credito o società finanziaria, senza che si debba per questo dare delle spiegazioni sulla destinazione che avrà la somma di denaro stessa; l’erogazione del prestito è soggettivo da parte di ogni ente o finanziaria.

La finanziaria può rifiutare l’erogazione del prestito personale se ritiene che il richiedente non sia un buon pagatore oppure che il richiedente non abbia i parametri minimi di rischio, ovvero non è stato puntuale nella restituzione di un debito precedente.

I prestiti personali sono catalogati come credito al consumo e normalmente non superano mai una certa soglia di quantità. La richiesta è generalmente richiesta per poter acquistare degli oggetti, come ad esempio un elettrodomestico. Un tipo di questi è il prestito senza busta paga.

Altri prestiti diffusi sono i prestiti cambializzati (per prestito cambializzato s’intende quel prestito non finalizzato il quale, diversamente dagli altri prestiti come i prestiti senza busta paga, viene pagato attraverso cambiali).

Restituzione del prestito

La durata del finanziamento per un prestito personale varia da 12 a 70 mesi, e attraverso delle rate uniformi, ovvero con tasso fisso e con cadenza mensile.

Il contratto per un prestito 

In ogni contratto bancario per i prestiti personali dovrebbero essere ben visibili alcuni dati come il tasso di interesse applicato alla somma richiesta, i costi aggiuntivi delle pratiche, tutte le condizioni contrattuali, il piano di rateizzazione e la possibilità di estinguere anticipatamente il prestito.

Documenti per richiedere un finanziamento

Per richiedere dei prestiti personali occorrono pochi documenti e normalmente poche garanzie:
− carta di identità,
− codice fiscale,
− busta paga o dichiarazione dei redditi, cedolino della pensione per i pensionati,
− la presenza eventuale di una terza persona che funga da garante.

Le condizioni economiche di un prestito personale da considerare

A seconda dell’ente erogatore, una proposta di prestito personale può variare anche notevolmente.

I parametri che possono far oscillare così tanto una rata sono fondamentalmente il TAN ed il TAEG; non bisogna dimenticare di considerare anche tutte le spese accessorie per aprire la pratica di rateizzazione. Prima di procedere, è sempre consigliato di valutare più preventivi di più tipi di prestiti personali. E se può aiutare anche considerare di fare richiesta di un finanziamento a fondo perduto (di finanziamenti a fondo perduto stanziati da enti governativi o fondi europei ce ne sono).

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *