Prestiti: i tassi usurari in vigore da aprile a giugno 2014

Per i prestiti personali la soglia definita che non va superata nel secondo trimestre del 2014 è uguale al 18,775 per cento il tasso medio  è dell’11,82 per cento, in lieve calo dal 18,9875 per cento rispetto al primo trimestre dell’anno, con il tasso medio dell’11,99 per cento. A renderlo noto è la Banca d’Italia che ha pubblicato i limiti da non superare tra aprile e giugno. Per quanto riguarda i mutui a tasso fisso il limite da non superare è fissato al 10,4625 per cento mentre per quelli a tasso variabile  è all’8,6625 per cento.

Per le altre tipologie di prestito il tasso di usura si ferma al 17,2625 per cento, era al 17,325 per cento, il tasso medio applicato nei tre mesi appena trascorsi era pari al 10,61 per cento.

In leggero calo il limite per il leasing finalizzato all’acquisto di immobili, passando in caso di contratti a tasso fisso dal 12,225 per cento del primo trimestre al 12,15 per cento del secondo e in caso di tasso variabile dal 10,2375 per cento al 10,0875 per cento. I tassi medi applicati tra gennaio e marzo 2013 sono stati pari al 6,52 per cento per il fisso e al 4,87 per cento per il variabile.

Per quanto riguarda i tassi usurari del leasing strumentale il limite è del 14,5375 per cento per importi fino a 25.000  euro, erano al 14,725 per cento e all’11,35 per cento per le cifre superiori, dall’11,6625 per cento precedenti.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *